Paura di Volare con il Maltempo

In  questo post rispondiamo alla seconda domanda di Rosa che ci chiede: ”Come si diventa piloti?

Beh…chi meglio del nostro Comandante Istruttore Federico Ercules può rispondere a questa domanda?? Federico si occupa della parte tecnica del corso  “La Libertà di Volare” e collabora fattivamente affinché i corsisti possano imparare alcune basilari informazioni tecniche relative al volo, per viaggiare in serenità.

Volare con Cattive Condiziona Meteo

La seconda domanda di Rosa è inerente alla forte responsabilità che un pilota, soprattutto Comandante, si deve caricare quando vola magari in situazioni di cattive condizioni atmosferiche. “Come la gestisci Federico?”

Federico ci risponde così: ”Prima di iniziare a organizzare il corso della “Libertà di Volare” non mi sono mai soffermato più del dovuto a riflettere su questo punto. L’addestramento mi ha insegnato pesantemente ad assumere la totale responsabilità di tutto quello che succede sull’aeroplano in qualità di Comandante, però volando per passione cerco di svolgere il mio ruolo seriamente ma senza farmi distrarre e senza elevato carico di stress pensando alle centinaia di persone che trasporto giornalmente. Riflettendoci insieme ad Alberto e ai nostri corsisti, mi sono accorto che non è un peso insormontabile e sono molto contento sia di essere arrivato fin dove sono arrivato e lo vivo con orgoglio e grande professionalità.

Come dico ai corsi, quasi come battuta, in ogni difficoltà ci sono anch’io sull’aereo con i passeggeri, quindi se accade qualcosa a loro accade anche a me. Questo sicuramente dovrebbe convincere chiunque dei miei colleghi a svolgere il proprio mestiere con serietà e saggezza! Ne sono molto convinto…anch’io ho famiglia!!

Se mai dovesse accadere qualche situazione di rischio in volo, il pilota è così tanto addestrato ad affrontarle che non può lasciare spazio alla preoccupazione per i la vita dei passeggeri, ma dovrà essere pienamente coinvolto a occuparsi di risolvere la difficoltà affinché come conseguenza abbia il totale benessere e sicurezza dei passeggeri stessi.

Quando si vola, per esempio, le condizioni atmosferiche non possono essere scelte dai piloti ma decide Madre Natura; quindi immaginiamo di dover volare con cattive condizioni atmosferiche, come ci si comporta in questi casi? E’ sicuro volare?.

Federico ci risponde che: “Capita spesso di volare con brutto tempo, ma il nostro addestramento ci insegna a volare attraverso tutte le condizioni atmosferiche.

Prima di iniziare un volo viene organizzato SEMPRE un briefing a terra con tutto l’equipaggio e a bordo abbiamo uno strumento chiamato “Wheather radar” che ci segnala, per tempo, qualsiasi condizione atmosferica inaspettata, dandoci il tempo di modificare le condizioni di volo.

Il briefing di cui sopra è un momento fondamentale per ogni volo senza il quale non si potrebbe decollare; nulla è casuale  Questo incontro tra piloti ed equipaggio è una riunione imprescindibile e di solito i passeggeri non sanno che prima di ogni volo vengono valutate tutte le possibili difficoltà che potrebbero incontrare dal decollo  all’atterraggio. Nulla è lasciato al caso!

Durante questo incontro che antecede ogni volo vengono discusse e decise le diverse situazioni che il volo potrebbe incontrare e vengono scelte le varie opzioni che potranno essere seguite in base alle condizioni che troveranno nello specifico in vivo.

Dentro un temporale non si vola mai e soprattutto non si atterra! Questo spiega il fatto che a volte si gira attorno all’Aeroporto stando in volo per alcuni minuti aspettando che il temporale si sposti e se questo non accade si cambierà aeroporto di destinazione (Diversion). Il Pilota conosce sempre come si sta evolvendo un temporale, come lavorano i venti, ecc.; questo gli permette di arrivare alla migliore soluzione per il benessere di tutti i passeggeri compreso il personale di bordo e i piloti stessi. Cosa fare lo decide sempre il Comandante che è colui che ne è direttamente responsabile sempre!”

Se ci pensi a bordo ci sono anche i piloti che non hanno nessun interesse a prendersi rischi inutili avendo anche loro, magari, famiglia. Alcune situazioni sono più brutte e pericolose di altre ma, al contrario di quando si viaggia in auto, gli strumenti a bordo degli aerei sono molto sofisticati e descrivono situazioni molto precise. Non è come avvalersi di google maps o di altri servizi online discutibili.

…Beh direi che Federico è, come sempre, stato molto esaustivo e preciso, ma se hai qualche altra curiosità o domanda non esitare a scriverci qui sotto nei commenti all’articolo oppure sulla nostra pagina facebook.

Liberati dalla Paura di Volare con il nostro Corso

La Libertà di Volare è una nuova metodologia che ti permetterà di gestire la paura e volare in libertà.
Le metodologie che utilizziamo sono la Mindfulness, la Realtà Virtuale e una splendida app per allenarti a casa in Realtà Virtuale.